Visite mediche specialistiche

Visita medico ortopedica

Il fine della visita ortopedica è quello di verificare lo stato di salute e la funzionalità dell’apparato locomotore ricercando quelli che potrebbero essere i problemi che lo riguardano.

In particolare traumi o patologie croniche, acute o degenerative che possono riguardare la colonna vertebrale, gli arti superiori – spalla, gomito, polso, mano – o gli arti inferiori – anche, ginocchio, caviglia e piede.

Nel caso in cui l’ortopedico lo ritenga necessario, potranno essere disposti esami diagnostici strumentali come ecografia, Risonanza Magnetica, Tac o esami di laboratorio specifici.

Lo stesso vale per la prescrizione di eventuali cure fisioterapiche atte a risolvere le problematiche fisiche evidenziate.

Visita medico sportiva

Ha lo scopo principale di valutare la condizione fisica di un soggetto, giovane o adulto, al fine di indirizzare correttamente la pratica dell’esercizio fisico, di diagnosticare patologie che lo sport può innescare e di curare adeguatamente le malattie o gli infortuni derivati da una pratica sportiva compiuta in modo scorretto o traumatico.

Il protocollo tipico di una Visita Medico Sportiva prevede questi step:

  • Anamnesi per la raccolta delle informazioni relative allo stato di salute del soggetto, all’eventuale presenza di patologie famigliari di particolare interesse per il rilascio del certificato di buona salute ed alcune eventuali abitudini (fumo, alcool, assunzioni di integratori etc.)
  • Raccolta di dati antropometrici (peso – altezza), auscultazione toracica e misurazione pressione
  • Elettrocardiogramma a riposo

Visita medico-estetica

Ogni donna pensando alla medicina estetica coltiva il desiderio di sentirsi “bene”. Di guardarsi allo specchio e di desiderare il meglio per se stessa, quel “meglio” in grado di riconsegnarci non solo la bellezza ma anche quella sicurezza e armonia in grado di rendere più “sorridente” la nostra vita.

Le richieste vengono suggerite dal tempo e dall’età. Le pazienti tra i venti e i trent’anni concentrano il loro desiderio nella risoluzione di problemi legati alla cura dell’acne, delle smagliature e della cellulite con l’obiettivo di migliorare l’aspetto del proprio corpo e ritrovare l’armonia.

Tra i trenta e i quarant’anni, invece, è la cura del viso e dei primi segni del tempo a salire al primo posto della lista dei desideri. Si inizia a discutere con le pazienti di prevenzione sull’invecchiamento della pelle, quindi la cura delle prime rughette e dei segni di espressione rimediabili con grande semplicità e serenità. Dopo i cinquant’anni nasce invece la voglia di “ritrovarsi” e di ripristinare quei volumi diminuiti per la forza di gravità.

É necessario in questo delicato ambito della medicina, intercettare il desiderio di ogni paziente e risolverlo con assoluta naturalezza, equilibrio ed armonia conducendo quindi ogni donna a ritrovare in sé stessa quel desiderio di bellezza “possibile” che è la nostra mission.

Occuparsi di medicina estetica a trecentosessanta gradi significa mettere l’alta qualità al primo posto e raggiungere di conseguenza la completa soddisfazione del paziente.

Visita medico nutrizionale

Non sottovalutiamo il sovrappeso e l’obesità, non si tratta di un semplice problema estetico, ma del segnale più visibile che la nostra salute sta correndo gravi rischi. L’obesità infatti può essere causa di diabete, pressione alta e altre patologie. Il sovrappeso può compromettere il tono dell’umore, l’immagine di sé e il benessere dei rapporti interpersonali.

LA PRIMA VISITA, della durata di 90 minuti prevede:

  • Raccolta anamnestica fisiologica e patologica del paziente
  • Visita medica con valutazione antropometrica (peso, altezza, BMI)
  • Circonferenze corporee (vita, addome, glutei)
  • Bioimpedenziometria che permetterà di discriminare la massa grassa dalla massa magra e ridarà una stima del metabolismo basale del soggetto. La BIA-ACC è un esame impedenziometrico della composizione corporea e del metabolismo. Tramite la BIA si possono ricavare una grande quantità di dati estremamente affidabili, ripetibili e scientificamente provati su come è composto l’organismo: la massa grassa, la massa magra e lo stato di idratazione
  •  Raccolta abitudini alimentari e attività fisica del paziente per stesura piano alimentare personalizzato

Successivamente alla prima visita verrà creato un piano alimentare personalizzato in condizioni fisiologiche e patologiche.

Ogni persona ha delle esigenze nutrizionali diverse, è importante scoprire cosa è più indicato per ognuno per ottenere risultati migliori.

Valutazione di problemi specifici legati a particolari esigenze o problematiche. Se sei uno sportivo, principiante, amatoriale o agonista, la cura della tua alimentazione è indispensabile per raggiungere e superare gli obiettivi che ti sei prefissato.

La corretta alimentazione e integrazione, il timing dei pasti nello sport consentono di migliorare la tua performance, sia in allenamento che in gara.

Programmazione di controlli periodici per valutazione dei progressi e adeguamento dietetico: la visita di controllo dopo 2-3 settimane avrà durata circa 30’ e consisterà nel ripetere la BIA e indagare la reale aderenza al piano. Il controllo permette di valutare i progressi fatti, i possibili ostacoli nel percorso, le eventuali modifiche.